O  I  S 
Nuovi Utenti 0 0 1
Oggi · Ieri · Settimana


Benvenuto Ospite
Registrati!



La registrazione e' gratuita e garantisce pieno accesso al sito

Registrati
Login:
User:


Password:




Amministratori
Nessun Amministratore online
Coordinatori
Nessun Co-Amministratore connesso
Moderatori
Nessun Co-Amministratore connesso
Utenti:Online
Utenti:Utenti:0
Ospiti:Ospiti:47
Totale:Totale:47
Utenti Online
Nessun utente online



Siete nella sezione: Voci dalle Nuove Terre

Questi sono gli articoli contenuti.

La rabbia di Shark

Voci dalle Nuove Terre

4699 Letture

Un anno terribile era stato per gli umani inviati dall’Arciduca Tiryon di Gwanben a colonizzare il nuovo continente. In particolare per la Contea di Shark che aveva dovuto subire una serie tragica di eventi negativi dove, la morte di Arthur Conan Doyle sembrava davvero essere l’evento più leggero.


I Draghi stanno tornando...

Voci dalle Nuove Terre

4443 Letture

Nòm Elaith era affacciato alla finestra ad arco a sesto acuto della Torre-Solarium, la più alta torre del gondolin.
Il suo sguardo era rivolto all'ampio parco degli Dei che si stendeva arioso nell'area orientale della fortezza. L'albero vita, dal colore bianco latte, aveva rami giovani e forti. La maturità dell'albero scandiva gli anni di governo della casata Dondarrion.
Le mani intrecciate dietro la schiena si muovevano nervosamente mentre il suo sguardo si spostava verso il cielo e alla scia di fuoco che lo tagliava come una falce, ferendolo nel sangue.


Le Terre Tormentate di Wegs!!

Voci dalle Nuove Terre

5777 Letture

L’Inverno dell’anno 1007 portava con se l’ultima battaglia nella Baronia tormentata. Alla guida degli eserciti che portavano le insegne di Wegs c’era Lisandro che indossava una armatura di argento, mentre i banditi si nascondevano all’interno delle strutture difensive del territorio.
Lisandro aveva curato ogni minimo particolare, i soldati in prima linea divisi in piccole squadre mentre la potenza degli arcieri doveva coprire la loro avanzata. Però c’era qualcosa che lo preoccupava…per la terza stagione di seguito doveva affrontare questi ribelli che avevano preso possesso delle terre…ma era difficile che dei ribelli, dei semplici contadini, fossero capaci di distruggere due eserciti senza subire grandi perdite, era impossibile che uomini senza esperienza ed addestramento militare fossero capaci di combattere con tale audacia e abilità.

Nota: Continua...clicca su Leggi Tutto.


La battaglia degli Alberi

Voci dalle Nuove Terre

4424 Letture

La distesa d'erba era gremita dal vento del nord. L'inverno era arrivato e i crinali della collina risplendevano argentei alla luce del sole. Uno strato sottile di ghiaccio copriva ogni superficie rendendo la piana uno specchio lucente.
Decine di fuochi erano accesi tra le file di innumerevoli di tende. Davanti ogni tenda si ergevano come insegne gli scudi dei cavalieri. I vessilli garrivano al vento, affrontando le raffiche con la stessa forza e coraggio degli elfi. E su ciascuno di loro si ergeva ad embelma i simboli delle casate: lo stemma del sole-fuoco e dell'albero della vita su campo ambra della casata Dondarrion, l'albero verde e la stella rossa in campo giallo della Casata Feadiel ed infine l'albero rosso e le tre stelle della casata Otwar.

Continua....


Autunno 1007 - Risse tra i lord...

Voci dalle Nuove Terre

2366 Letture

I mercanti del Nord portano con se non solo merci ma anche notizie del
regno degli uomini.
Il popolo mormora, i nobili spettegolano, gli infedeli cospirano e le voci
veritiere o meno giungono sino alle lunghe orecchie degli elfi.
Si sussurra che i Lord siano in lotta per il potere, le leggi vessatorie che
hanno imposto negli scorsi anni gli si attorcigliano attorno al collo come
serpenti velenosi.
Le alleanze fraterne stipulate con il sangue e con le discendenze sono
fragili quanto la fraternità di Caino e Abele (antichi personaggi di un
mondo oramai scomparso).
Possedimenti vasti a perdita d'occhio, terre ricche di frumento e frutta e
argento, genti che mondano il grano, umini d'arme serrati nei ranghi, nobili
signori asserragliati nei castelli, sono merce contesa, non ricche risorse e
abili genti, ma prodotti di scambio per l'avidità dell'uomo e della sua
progenie.
Parole sibilano nell'aria come stilettate, e stiletti sibilano nell'oscurità
a cogliere i Lord nel loro sonno.
Vino offerto per brindare cela mortali segreti, e sorrisi amichevoli
nascondono pensieri di vendetta.
Il popolo è scaramantico e parla degli orchi: esseri crudeli e spietati che
distruggono ed uccidono. E' la maledizione degli Dei, dicono alcuni.
Giungono a punirci, esclamano altri...
Gli elfi ascoltano le parole dei mercanti, rabbrividiscono per ciò che
odono, impietriscono di fronte all'orrore. E nel silenzio pacifico delle
loro dimore, tra le spesse mura dei gondolìn, pensano: "Che gli Dei ci
benedicano...non siamo come loro...noi siamo elfi..."


Vers. stampa


Un nuovo orizzonte...

Voci dalle Nuove Terre

2288 Letture

Il giovane elfo osservava la distesa erbosa sotto la sua finestra. La fortezza del clan dei Calìen era stata costruita in armonia con l'ambiente circostante, come da tradizione elfica. Lungo le mura scendevano i rami delle piante rampicanti a coprire l'intera facciata. Solo il bastione e le mura perimetrali erano nude ma seguivano un percorso ondulato e armonioso.
Nòm Elaith osservava la febbricitante attività all'interno delle mura; il suo popolo era felice, sereno e prospero di iniziative. Poteva sentire le risate dei bambini, il rintocco delle campane dei mercanti, lo scrosciare dell'acqua delle cascate. Il suo volto si addolciva sotto i raggi del sole e il profumo dei fiori di primavera invadeva ogni stanza.
Il suo popolo lo amava, e lui amava loro. Era un capo giusto ed equilibritato, protettivo ma non oppressivo, severo ma cordiale, e avrebbe fatto di tutto affinché le sue genti continuassero ad avere gioia.
Un nuovo orizzonte però si apriva al di là dei confini. Le terre che un tempo finivano nel mare ora impattavano con alte mura e torri arroccate.
In cuor suo sapeva che gli umani erano pacifici e grandi commercianti. Uomini d'onore e buoni diplomatici. Ma sapeva anche che erano abili con la spada quanto con la lingua.
Il suo compito ora era mantenere la pace...ad ogni costo...far si che il suo nuovo orizzonte, fosse un obiettivo comune...


Vers. stampa


Festa di Primavera nella Baronia di Wegs – Tempo di Cambiamenti!!

Voci dalle Nuove Terre

2325 Letture

Lentamente la terra si faceva più luminosa mentre un numero infinito di rondini salutava il levar del sole che debolmente scaldava e annunciava l’inizio della Festa di Primavera nella Baronia di Wegs….erano giorni freddi che portavano notizie preoccupanti mentre il vento di cambiamenti soffiava via i malumori ... Il palazzo sembrava vuoto, le sale che mesi fa avevano ospitato quasi tutti i nobili del Regno, questa volta sembravano enormi e la gente presente sentiva che nell’aria c’era qualcosa di diverso…il freddo era accompagnato dalla morte che aveva colpito queste terre sofferte.

Continua...


Voci dalla nuove terre - La scoperta del nuovo mondo...

Voci dalle Nuove Terre

1588 Letture

Esploratori giunti dal Sud portano interssanti quanto inquietanti notizie dai confini delle Nuove Terre. Il Re è stato tempestivamente informato.
Gli esploratori indipendenti giungono dopo innumerevoli peripezie, sofferenze, audaci attraversametdi deserti e foreste immense quanto una Baronia. Fuggendo da ciò che hanno visto giungono sino alla corte per portare delle nuove su un nuovo mondo. Un mondo abitato da esseri simili agli umani, ma allo stesso tempo diversi e innaturali.
Elfi! Così li hanno chiamati. Un intero mondo, grande quanto quello sino ad ora colonizzato, si apre nelle verdeggianti terre del Sud. I suoi abitanti elfi sono a migliaia e le loro intenzioni sconosciute.
La speranza nel cuore di ogni umano è che non seguano i passi violenti ed aggressivi degli orchi, che tutt'ora invadono le terre del Regno.
I colti uomini del consiglio apprendono con sorpresa la notizia, proccupati per le loro genti. Ma c'è chi invece ha già raccolto soldi, merci e uomini per attraversare il continente fino al nuovo popolo: desiderosi di arricchirsi con i loro nuovi clienti e impavidi della propria vita...


Vers. stampa


Voci dalla nuove terre - Inverno 1006 - Anno di Disgrazie per i Doyl

Voci dalle Nuove Terre

1594 Letture

Esistevano gli anni di grazia...l'anno 1006 per la famiglia di Arthur e la sua gente sarebbe stato un anno che non avrebbero mai più dimenticato...perché segnato dal dolore e dalla disgrazia!

La morte prematura ed inspiegabile di Arthur aveva dato il via ad una serie di eventi negativi, tragici, che avevano abbassato il morale della gente e le prosettive per il futuro. Una parte della popolazione decise di emigrare in altre terre per sfuggire al destino infausto!!
A creare ulteriore scoramento, il passaggio di una cometa come a determinare una volontà superiore per quegli eventi tragici e a presagire nulla di buono!

Detto...fatto!


Continua...Leggi Tutto.


Venti avversi...

Voci dalle Nuove Terre

1756 Letture

Venti avversi si abbattevano lungo le coste, gonfiando il mare in un ribollire di alte onde e schiuma. Lord Barristan osservava il mare dalla finestra della sua stanza, e pensava che fosse un segno degli Dei. Con la stessa forza dirompente, gli eventi avevano travolto e distrutto i suoi possedimenti.
Ribellioni infuocavano in ogni via, gente proclamava il pane, si azzuffava al porto per il pesce, compiva furti e omicidi per una zuppa...
Le guardie cittadine inferiori di numero a stento domavano la folla che più di una volta aveva assaltato le mura del castello.

Oltre i confini gli eserciti combattevano battaglie sanguinose per colonizzare nuovi territori, e allo stesso modo i Lord combattevano in consiglio. Una guerra che non potevano vincere contro nemici molto più potenti di loro.

L'invasione era cominciata. Gli orchi avanzavano lentamente ma inesorabilmente in una scia di distruzione che tagliava il regno...

Dalla sua finestra Lord Barristan osservava il mare, e in quel momento pregò affinché gli Dei volgessero i loro venti e placassero le acque e i suoi problemi...


Vers. stampa


Una morte ambigua...

Voci dalle Nuove Terre

4411 Letture

La Morte è arrivata……

Lady Vanessa guardava il corpo di Arthur senza vita, “Come è possibile morire così giovani e nel sonno?”, pensava, mentre cercava di trattenere le lacrime e teneva stretto a se il piccolo Micheal.
Lady Vanessa guardò le persone presenti nella camera dove giaceva il corpo senza vita dell’uomo che era fino la sera prima il suo amato compagno. Fra le guardie e gli uomini di fiducia, spiccava la figura del primo ministro Sir Wilthord, i suoi folti capelli neri e quelli occhi freddi, incapaci di sorridere…

Continua...


L'avanzata degli orchi...

Voci dalle Nuove Terre

1414 Letture

La notte era gelida e quieta e solo il frinire delle cicale smorzava il silenzio.
I bivacchi stentavano a rimanere accesi e i pochi carboni ardenti offrivano una magra consolazione ai guerrieri uniti a riscaldarsi l'un l'altro.
Le poche guardie asserragliate sulle alte torri in legno osservavano con sonnolenza il buio della foresta.
Le dimore erano ricoperte da un lieve strato di brina che l'indomani avrebbe gelato le porte e le funi.
Il cielo era cupo e prometteva pioggia, ed un nero fronte piovoso si muoveva mestamente da ovest, annunciando una tempesta.

Continua...


Primavera 1006 - Visite inaspettate...

Voci dalle Nuove Terre

1321 Letture

Nella ridente Baronia di Dragonia voci sussurrano di una inaspettata visita del Barone Lord Barristan di Greenland.
Giunto senza preavviso, il giovane Lord varcò in Primavera i cancelli di Dragonia anticipando la sua venuta con un corvo messaggero. Scortato da un enorme convoglio costituito da cinquanta spade, venti membri della corte, ed accompagnato dalla affascinante moglie Kristina, la rappresentanza della casata Barristan entrò in Dragonia alle prime luci dell’alba.
L’esercito issava bandiere su ogni picca, e quest’ultime ...


Primavera 1006 - Le battaglie del giovane Alexander II Wegsfulson

Voci dalle Nuove Terre

1689 Letture

Erano partiti dalla Capitale l'autunno 1005 e per la terza stagione dovevano affrontare un'altra battaglia. Alexander guardava i suoi uomini, stanchi ma fieri nelle loro uniformi, in fila, di fronte a lui. Lo sguardo si fermava su ogni singolo volto, su ogni grossa cicatrice e il pensiero delle loro vite in bilico gli aumentava i solchi sulla fronte. Dietro di lui, il fidato amico Lisandro con la sua armatura argentata aspettava l'ordine finale.
Alexander pensava al suo popolo, alle sue terre, pensava ai nemici che doveva affrontare e che nella precedente stagione avevano dimezzato le sue forze.
La paura non gli apparteneva, ma...


Inverno 1005 - Una nuova minaccia alle porte del Regno

Voci dalle Nuove Terre

1319 Letture

In tutte le città delle Neo nato Regno di Gwanben non si parla d'altro. Mercanti, bardi, esploratori e viaggiatori erranti sono tutti concordi nel dire che dal profondo sud delle Nuove Terre un esercito di proporzioni inaudite sta per abbattersi sul Regno di Re Gwanben.
Molti sono concordi nel sostenere che si tratta di un esercito di orchi come non se n'è mai visto fino ad ora nelle Nuove Terre e che un leader forte e carismatico della razza degli orchi sia riuscito a mettere assieme più clan sotto il suo controllo e sotto il suo stendardo.
Dove si abbatterà la furia ...


Autunno 1005 - La Sfortuna dei Wegsfulson

Voci dalle Nuove Terre

1334 Letture

Dopo mesi e mesi di inattività, appena il giovane Barone ha guidato il suo
esercito alla conquista di zone inesplorate, il territorio di Wegs è stato
colpito dalla sfortuna!
Si racconta che in alcune zone della baronia la notizia della morte di Thorbrand
Wegsfulson ha portato...


Estate 1005 - Wegs riprende vita

Voci dalle Nuove Terre

1239 Letture

Il vecchio Grim, rispettabile contadino delle terre della Baronia di Wegs, era seduto alla locanda del Cervo d'Oro davanti ad un boccale di birra assieme ad un suo parente venuto da lontano a fargli visita.

"Sai Muhn... sono stati tempi duri questi... tempi di incertezza..." diceva il vecchio Grim sorseggiando l'ottima birra " Quando Lord Thorbrand è sparito , alcuni dicono in una battuta di caccia, la baronia è caduta nello sconforto.
La stessa Lady Elenoir, forte donna come suo padre, il nostro amato Re, non ha potuto fare molto... presa com'era dall'allevare il suo neonato e a soffrire in silenzio per la scomparsa del suo nobile consorte ... "


Primavera 1005 - Vittorie nelle Terre Verdi

Voci dalle Nuove Terre

1187 Letture

Giunge voce che neppure l'ottimo Barricato Barristan riesca a togliere il sapore della rabbia dalla bocca del Lord dei possedimenti di GreenLand.
Tanto è che il giovane governatore delle verdi terre sembra aver deciso di mettersi in gioco.
La diplomazia la sua spada, le sue spade l'estensione del suo braccio.
Soldati scelti di Greenland, così dicono alcuni bardi erranti, hanno marciato sino ai confini del territorio e si sono accampati, in attesa che il Lord trovasse rinforzi.
Cento e passa guerrieri barbari, provenienti dalle steppe, con le loro sontuose tende e con magnifici animali scorrazzavano ormai da un paio di anni sulle terre del cugino e predecessore Lord Will.
Le poveri genti soffrivano la tirannia dei selvaggi, e morivano di fame e di stenti. Non poche erano le voci sulle sevizie e le uccisioni subite....


Inverno 1004 - Fiume d'Argento

Voci dalle Nuove Terre

1232 Letture

Una stagione sfortunata per la baronia Fiume d'argento che tuttavia non sembra arrestare la sua corsa all'espansione: infatti come preannunciato un'altra terra è stata sottomessa per la gloria del Re e del barone.
I guai sono cominciati quando nei cieli è comparsa una strana cometa color rosso emanante una luce spettrale: i contadini, spaventati, mostrano segni di scontento e pure l'esercito ha il morale basso. Non migliora la situazione il fatto che quella stessa notte un incendio ha devastato le praterie dove vivevano dei branchi di cavalli selvatici distruggendoli completamente.


Primavera 1004 - L'assedio di Summerland

Voci dalle Nuove Terre

1262 Letture

Voci da Summerland raccontano di un nuovo attacco degli eserciti uniti di Lord Doyle e Lord Destino agli eserciti di Sir Draxsus....i pochi uomini rimasti nella Capitale della Baronia hanno affrontato i nemici, combattendo per le loro vite e per l'onore del loro signore indiscusso....erano meno di 300 contro gli oltre 900 uomini di Fontes e Shark...

Sir Draxsus ha disposto l'esercito con saggezza e ha preferito guidare personalmente i suoi 150 soldati, in compagnia di un cavaliere che portava un armatura color porpora con lo stemma di Summerland, contro gli 800 uomini di Lord Doyle.....alla fine sul campo di battaglia erano rimasti 240 corpi senza vita e tutti portavano lo stemma della Baronia di Shark!! Gli uomini di Sir Draxsus erano rimasti miracolosamente illesi e pieni di sangue. Ma non era il loro ....



Primavera 1004 - Il Canto di Dragonia

Voci dalle Nuove Terre

1211 Letture

In una Taverna sperduta nell'immenso territorio delle Nuove Terre, un bardo, accompagnato solo dalla sua cetra, entrò, cercando un posto dove mangiare un piatto di zuppa e bere una buona birra. Senza soldi in tasca, già sapeva di dover cantare per il padrone e gli astanti della locanda....



Inverno 1003 - Venti di guerra

Voci dalle Nuove Terre

1204 Letture

Un inverno duro e gelido ha attanagliato le terre settentrionali delle Nuove Terre e non solo dal punto di vista climatico...
Corrono infatti innumerevoli voci, dall'una all'altra parte del Regno di Gwanben, di eserciti mossi a guerra contro tribù di barbari invasori, di orchi dediti al sacheggio, di ribelli che contestano la reggenza di alcuni baroni e persino contro Draxsus detto "il Giusto", attuale reggente della Baronia di Sommerlund, ancora in attesa di un'investitura ufficiale da parte del lontano Re Tyrion. E tutto questo adombra le recenti nozze di Lord Thondar barone di Fiume d'Argento con Lady Cristina...


Autunno 1003 - Scontri di frontiera

Voci dalle Nuove Terre

1169 Letture

Le voci che erano circolate nei mesi precedenti sembrava che stessero via via prendendo più consistenza e certezza! Mercanti provenienti dai feudi orientali del Regno hanno riferito che la presenza di Orchi nelle zone orientali sono a tutti gli effetti una tragica quanto pericolosa realtà.
Sir Fitz Chevalier, cugino di Lord Drogrush Sanshima Barone di Dragonia e Capitano dell'esercito del possedimento, pare si sia presentato al Consiglio dei Lord per riferire della morte in battaglia proprio contro gli Orchi del Signore di Dragonia e quale suo legittimo successore.
Di certo ad aumentare la tensione in quella parte del regno c'è anche la segnalazione da parte di alcuni cantori erranti di barbari delle steppe, a cavallo di sauri veloci e leggeri, che senza timore alcuno sembra stiano imperversando irridendo i Lord del Regno e portando seco una violenta malattia. Ma questo ovviamente non è stato confermato da nessuno...
Giungono però inquietanti notizie anche da ovest dove sembra che una banda di goblinoidi sia stata avvistata entrare nella baronia di Mel Amnis ancora alle prese con i suoi problemi interni di ribelli e banditi. Voci di popolo sostengono che in uno scontro tra gli eserciti di Mel Amnis e questi goblinoidi, messi in fuga dai valorosi uomini della baronia, sia morto Lord Ernst Van Morenis, Barone di Mel Amnis, da poco succeduto al defunto Massimilian Van Morenis seguendone però il triste fato...
Certamente può sentirsi più sereno, per quanto vale a causa della forte presenza di licantropi che infestano le sue terre, Lord Thorbrand Wegsfulson, Barone di Wegs, che è stato benedetto dagli dei con l'arrivo del suo primogenito Enrik avuto dalla moglie Lady Elenoir di Gwanben. Una grande festa è attesa nelle terre del possedimento ed è attesa anche la presenza di uno dei fratelli di Lord Thorbrand Wegsfulson proveniente dal continente dell'Impero di Jhanwer...


Vers. stampa


Estate 1003 - Problemi di successione

Voci dalle Nuove Terre

1262 Letture

Sono ormai mesi che nelle terre del nuovo Regno di Gwanben infiamma un'ampia e accesa discussione tra i Lord del Consiglio e che appassiona e tiene con il fiato sospeso le genti della Baronia di Sommerlund. Draxsus il Giusto, collaboratore del barone Ulnar ritornato urgentemente nelle terre dell'Impero di Jhanwer ormai diverse stagioni fa, e attuale reggente della baronia di Sommerlund sembra non riuscire a trovare un ampio consenso tra i Lord del Consiglio che, su invito dello stesso Re Gwanben, non sembrano riuscire ad accordarsi tra loro sul trovare un unico nome da proporre al sovrano quale miglior candidato al titolo di Barone di Sommerlund in sostituzione di Draxsus.
Voci di palazzo riferiscono di intrighi e frenetiche attività politiche personali dei vari Lord per cercare di ottenere una migliore posizione alla candidatura del titolo agli occhi del Re, o di riuscire ad appoggiare ancora la candidatura già precedentemente scartata, seppure a stretta maggioranza, di Draxsus. E mentre la discussione si protrae ad occidente la contesa della baronia di Stormgard tra il siniscalco e il maresciallo del malato ed inerme Lord Karkantos, va avanti. Seppure anche da quelle terre le notizie siano frammentate e poco chiare.
Come ormai tutte le estati il mal tempo ha nuovamente investito le coste del Regno di Gwanben con inondazioni, tempeste ed uragani, e alcuni mercanti sostengono che questa è la causa della saturazione di alcuni mercati...
Ma le voci che continuano a giungere dai territori orientali del regno, portate da bardi e menestrelli erranti, non sembrano essere delle più confortanti. La presenza di orchi continua a protrarsi nell'area e sembra che sia stato avvistato anche un nutrito gruppo di barbari a cavallo intenti a minacciare le terre orientali del Regno...
Di certo il matrimonio di Lord Khaeel De Shamadune con Lady Sara d'Arc, donna di locali natali, è stato un lieto e piacevole evento, soprattutto per le genti della Baronia di Mod che hanno potuto godere della visita di alcuni Lord del Regno, e lo è anche l'annuncio di matrimonio di Lord Arthur Doyle Barone degli Shark con Lady Vanessa de Baudrack, baronessa di Wings, proveniente dall'Impero di Jhanwer.
Tra difficoltà e lieti eventi il Regno di Gwanben sta via via prendendo vita...


Vers. stampa


Primavera 1003 - Minacce da oriente

Voci dalle Nuove Terre

1313 Letture

Corrono veloci le voci lungo la costa. Voci che tornano a parlare di un esercito di orchi, forse lo stesso di qualche tempo addietro, che stia minacciando nelle terre orientali del Regno di Gwanben di seminare morte e distruzione. Ma da est nessun barone e nessun mercante conferma la loro veridicità.
Una cosa però è certa. Che a ovest, nelle terre di Stormgard senza più la guida salda e sicura di Lord Karkantos ormai quasi con certezza ridotto in un fondo di letto inerme, si sta per preparare a meno di imprevedibili colpi di scena uno scontro aperto tra il siniscalco e il maresciallo di Lord Karkantos. Lady Adelaide, baronessa e moglie di Lord Karkantos nonchè madre di Alexandros legittimo erede al titolo di Barone di Stormgard, ha riposto nel siniscalco Eorl Halethrim tutta la sua fiducia ma di questa presa di posizione Tuono Lamad'argento, il maresciallo di Lord Karkantos non sembra essere daccordo e si è proclamato, come il siniscalco, 'protettore e tutore' di Alexandros.
La Cometa che nei mesi precedenti era stata avvistata nelle terre di Mel Amnis ora è stata avvistata anche dalle popolazioni che abitano la Baronia di Stormgard. Per alcuni sembra essere un simbolo di sventura. Per altri invece il segno di una chiara ed imminente vittoria.
Nelle terre centrali del Regno sembra che la presenza dei licantropi sia ancora un grosso cruccio per i Baroni del Re, ma ad alleviare i gravosi problemi del Regno la notizia del felice matrimonio di Lord Khaeel I De Shamadune Barone di Mod con una donna di origini locali di nome Sara D'Arc. Il Barone di Mod ha però indetto una seconda festività per la prossima estate al quale ha invitato tutti i Baroni del Regno. La gente di Mod attende trepidante il momento di poter ospitare le tante personalità invitate dal Barone De Shamadune....


Vers. stampa


Inverno 1002 - Segni di sventura

Voci dalle Nuove Terre

6419 Letture

Il freddo vento proveniente dai monti del Sud delle Nuove Terre si abbattè minaccioso sugli insediamenti settentrionali del neo Regno di Gwanben alimentando le preoccupazioni dei vassalli del Re intenti a colonizzare e a governare i loro possedimenti.
Alcuni di questi sembrano essere alle prese con gravi problemi interni. Diverse ribellioni si sono accese durante il corso dell'anno e continuano a protrarsi. Così come alcuni fenomeni di banditismo a cui alcuni Lord non sono ancora riusciti a stroncare.
Nei cieli occidentali delle Nuove Terre una Cometa è stata avvistata e alcune popolazioni locali mormorano che gravi disgrazie si abbatteranno nelle prossime stagioni. Alcune famiglie sembra che abbiano abbandonato quelle terre Emigrando nella speranza di non essere presenti quando tali disgrazie si paleseranno. Gli stessi mercanti hanno diminuito il loro passaggio per quella parte del Regno contribuendo alla Perdita di alcune Rotte Commerciali.
Viaggiatori erranti riferiscono di aver sentito dalle popolazioni locali che in qualche possedimento orientale del Regno sia transitato un potente Shamano appartenente alla razza degli Orchi e abbia scagliato contro quelle terre e il suo governante, delle
potenti maledizioni, ma la notizia più inquietante è quella proveniente dai possedimenti centrali dove è stata accertata una forte presenza di licantropi.
Per il Regno di Gwanben e i suoi governanti sembra che ancora non sia giunto un momento di tranquillità...


Vers. stampa


Inverno 1002 - Tragici eventi per il Regno di Gwanben

Voci dalle Nuove Terre

1219 Letture

Le Voci che correvano nei mesi precedenti, sembrano essersi concretizzate! Un mercante di ritorno da un viaggio nelle terre di Stormgard riferisce, con una certa attendibilità, che Lord Karkantos giace nel fondo di un letto in fin di vita e in stato comatoso non più in grado di parlare, capire cosa gli viene detto e di prendere quindi delle decisioni per il governo del suo feudo!
E, confidenze che sono state fatte al mercante, a fare le veci di Lord Dimitrios Karkantos ufficialmente e con il sostegno e l'appoggio di Lady Adelaide, moglie e neo Baronessa di Stormgard, c'è il siniscalco di Lord Karkantos che si è nominato 'protettore e tutore' di Alexandros, il piccolo figlio di Lord Karkantos e Lady Adelaide.
Ma sulla scena politica della Baronia di Stormgard un'altro leader e, apparentemente, fedele servitore di Lord Karkantos sembra si sia affacciato prepotentemente : il maresciallo degli eserciti. Anche lui si proclama 'reggente' di Stormgard fino a quando Alexandros non sarà in grado di regnare. Cosa però stia realmente accadendo è molto difficile a dirsi. Confuse e frammentate le notizie che giungono da Stormgard.
Non sono però incerte e frammentate le notizie, anche queste tristi e nefaste, riguardanti la morte prematura di Lord Faraglar Endymion, Barone di Dolce Casa.
Durante una battaglia di colonizzazione lungo i confini del suo possedimento, nel disperato tentativo di mettere fine alle resistenze delle Libere Genti che abitano i territori non controllati del continente, è morto cercando attraverso un Atto Eroico di sollevare il morale delle proprie truppe e demoralizzare gli avversari.
Ora la sua testa, così riferiscono le voci di popolo, giace impalata senza pietà e rispetto alcuno, su pali di legno lasciati sul campo di battaglia dalle Libere Genti a monito per tutti coloro che intendono mettergli un giogo che non vogliono avere.


Vers. stampa


Autunno 1002 - Fenomeni di banditismo

Voci dalle Nuove Terre

1224 Letture

Sempre più insistenti le voci corrono tra il popolo di banditi che infestano, per lo più incontrastati, le terre del Regno di Gwanben, causando grossi problemi ai Baroni che si vedono svuotare sotto il naso dalle casse dei loro possedimenti le tasse e le risorse prodotte dagli abitanti di quelle terre.
Tutto questo ovviamente non giova al Regno e alla sua crescita, e l'umore della gente potrebbe iniziare presto a peggiorare... e forse anche quello del Re...


Vers. stampa


Autunno 1002 - Una strana scomparsa

Voci dalle Nuove Terre

1346 Letture

Inquietanti voci giungono dalla parte occidentale del neo nato Regno di Gwanben, dalla Baronia di Stormgard. I mercanti sostengono che sono mesi che Lord Karkantos non fa affari più con loro, e alcuni Lord del Regno non ricevono più risposta alle loro missive private e personali. Anche alle riunioni del Consiglio Lord Dimitrios Karkantos non si è fatto più vedere o ha fatto avere notizie di se. E tutto questo dopo la festa per il suo matrimonio con la popolana di nome Adelaide, da cui Lord Karkantos nell'Autunno dell'anno 1001 ha avuto un figlio di nome Alexandros.
Nessuno sa cosa stia realmente accadendo nella Baronia di Stormgard ma le voci che corrono tra il popolo non sono certo confortanti : alcuni sostengono che sia solo malato, altri che è in punto di morte e che dietro a questo tragico avvenimento ci sia la sua sposa Adelaide che potrebbe aver sin dall'inizio macchinato per uccidere Lord Karkantos e liberare così la sua gente dal gioco dei colonizzatori di Re Gwanben.
Quale però che sia la verità nessuno in questi giorni può dirlo. Il tutto rimane avvolto nel mistero più fitto...


Vers. stampa


Estate 1002 - Problemi provenienti dal mare

Voci dalle Nuove Terre

1193 Letture

Una calda estate è ormai terminata sulle Nuove Terre. Sotto il cocente sole del sud gli eserciti dei vassalli di Re Gwanben si sono mossi marciando nel tentativo di fare nuove conquiste o di scortare i tanti convogli mercantili che ormai affollano le coste delle Nuove Terre.
Ma proprio le coste delle Nuove Terre sono state oggetto anche quest'anno di una forte Inondazione e che sono state devastate con la morte di innumerevoli persone.
Per voce dello stesso Barone di Greenland, l'esercito di orchi che nelle stagioni precedenti avevano imperversato nel suo possedimento, sembra che si siano ritirati. Anche se Lord Will di Shelter ancora deve risolvere i problemi con alcuni banditi della zona.
Alcuni mercanti sostengono che in diversi possedimenti del regno alcune risorse iniziano a scarseggiare. Ma se questo sia vero o meno, difficile a dirsi. I Lord non si sbottonano e non confermano tali informazioni...


Vers. stampa


Primavera 1002 - Voci di popolo

Voci dalle Nuove Terre

1160 Letture

IL nuovo anno, l'inizio del secondo del Regno di Gwanben, ha portato con se tante novità. Sulla bocca della semplice gente non si parla d'altro : del Matrimonio di Lord Karkantos con una donna del popolo di nome Adelaide madre del nascituro Alexandros leggittimo erede della Baronia di Stormgard.
Tantissimi i partecipanti alla festa organizzata da Lord Karkantos tra i baroni di Re Gwanben, e lo stesso Re avrebbe partecipato se la sua presenza nel vecchio continente non fosse stata tremendamente necessaria.
Inoltre, un'altro giovane infante è venuto alla luce in questa Primavera: Alfred II, figlio di Lord Destino di Fontes!
Ma ai giorni di giubilo e di festa altri decisamente più cupi si sono aggiunti. In alcuni possedimenti le ribellioni delle popolazioni locali sono andate avanti e fenomeni di banditismo hanno continuato a perpetrarsi senza che i Baroni siano intervenuti a sedarli. Lord Ulnar, Barone di Sommerlund, è dovuto ritornare urgentemente nel vecchio continente, lasciando vacante il titolo di Barone di Sommerlund rivendicato da un certo Sir Draxus il Giusto, a sua detta fidato collaboratore.
Ma all'interno del Consiglio dei Lord, a cui il Re per il momento ha demandato il compito di valutare la candidatura di questo Sir Draxus, si sta iniziando ad aprire una prima spaccatura su come affrontare il problema. E se non bastasse, la gente del Regno non fa altro che parlare di Sir Robert Ravenwick, colui che ha ricevuto l'eredita dell'anziano Druido indigeno delle Nuove Terre, e che ha reclamato per se parte delle terre della Baronia di Fiume d'Argento, mandando su tutte le furie Lord Thondar.


Vers. stampa


Inverno 1001 - Resistenze di fine anno

Voci dalle Nuove Terre

1186 Letture

Ad Un inverno piuttosto difficile sono andati incontro i Lord di Re Gwanben. In alcuni feudi, così mormorano alcuni mercanti di passaggio sulle sponde delle Nuove Terre, le merci hanno iniziato a scarseggiare e alcune Rotte Commerciali sono andate perdute mettendo in difficoltà i Lord nel tenere sotto controllo le già poche risorse a loro disposizione.
Nel possedimento di Wegs una ribellione è stata sedata con energia e forza da Lord Thorbrand Wegsfulson, mentre le colonizzazioni di nuovi territori vanno avanti in alcuni casi incontrando forti resistenze da parte delle libere genti che le abitano.
Intanto alcune voci portate da viaggiatori erranti sostengono che ad ovest del Regno sono stati avvistati alcuni grandi Roc che hanno lasciato i loro nidi sugli alti picchi delle montagne per calare a valle. Forse in cerca di cibo. Mentre ad est
sono stati avvistati degli Orchi, le cui intenzioni non sembrano essere ben chiare.
Ma tra le tante voci negative che stanno circolando c'è spazio anche per un lieto evento! Il Matrimonio di Lord Dimitrios Karkantos, che si svolgerà in Primavera e a cui sembra parteciperanno tutti i Lord del Regno, e l'avvenuta nascita di suo
figlio Alexandros. Anche se non è ancora stata resa nota l'identità della futura sposa di Lord Karkantos.
E in tanto il popolo mormora che un anziano Druido indigeno delle Nuove Terre ha lasciato la sua eredità ad uno dei Lord del Regno che sta ottenendo consensi tra la sua gente...


Vers. stampa


Autunno 1001 – Prime colonizzazioni

Voci dalle Nuove Terre

1273 Letture

Sembra che i Vassalli di Re Gwanben non abbiano perso tempo! Gli eserciti inviati durante la stagione estiva fuori dai confini dei possedimenti si sono stanziati nella stagione autunnale e hanno iniziato a colonizzare i primi territori ampliando cosi i loro possedimenti e quelli del Regno.

Ma pare che non tutti abbiano trovato il successo ... o che non abbiano trovato quanto si aspettavano...
Inoltre nella Baronia di Greenland sembra che una banda di briganti abbia preso ad infestare quelle terre dando parecchie noie alle genti che la abitano e Sir Will ha già annunciato al Consiglio dei Lord il problema che ha da affrontare nell'imminente Inverno.

Ormai l'Autunno sta per volgere al suo termine. Il primo autunno del neo costituito Regno di Gwanben... i mercati, per molti, sono divenuti saturi come avevano predetto i mercanti che attraversano le Nuove Terre... e ancora sono vivide le calamità che hanno investito alcuni dei possedimenti del regno durante l'Esate.

Chissà cosa riserverà ora l'Inverno ai vassalli di Re Gwanben...


Vers. stampa


Estate 1001 - Primi problemi in vista

Voci dalle Nuove Terre

1153 Letture

Il Regno di Gwanben è andato incontro alla sua prima Estate. Esploratori sono stati inviati alla scoperta delle Nuove Terre, ma per il momento senza nessun esito positivo. Convogli mercantili carichi dei prodotti dei possedimenti del Regno si sono mossi dall'uno all'altro feudo aumentando notevolmente gli introiti di taluni Baroni che con caparbietà hanno iniziato delle grandi opere di sviluppo nelle loro terre. Anche se alcuni di questi convogli non sono riusciti ad arrivare a destinazione, preda di chissà quale insidia delle Nuove Terre.

Eserciti si sono messi in marcia alla volta di nuovi territori da colonizzare per allargare i confini del Regno. Ormai l'Estate sta per volgere alla sua conclusione e l'Autunno sempre più vicino... ma molte sono le voci che negli ultimi giorni sono giunte al Re. Eventi, purtroppo, poco piacevoli... sembra che alcuni possedimenti costieri del Regno siano stati investiti da un'alluvione e un'inondazione di proporzioni inaudite, e che hanno mietuto molte vittime tra le popolazioni locali compromettendo seriamente lo sviluppo di questi feudi... alcuni mormorano che nella parte occidentale del Regno alcune miniere si siano esaurite... o stiano per esaurirsi... e dalla voce di alcuni mercanti di passaggio, questi giurano che a breve, a causa di eccessive politiche commerciali, alcuni Baroni andranno incontro ad una Saturazione dei Mercati...


Vers. stampa


Primavera 1001 - Il Regno prende vita

Voci dalle Nuove Terre

1194 Letture

La brezza primaverile proveniente dal mare faceva correre veloci le nuvole verso sud. Nell'entroterra delle Nuove Terre. Un continente del tutto nuovo ed inesplorato dove audaci ed intraprendenti uomini provenienti dell'Impero di Jhanwer avrebbero gettato le basi di un nuovo regno : il Regno di Gwanben.

I primi mercanti , vicini al nuovo Re Gwanben, iniziarono a girare per i possedimenti e a commerciare con i vassalli del Regno. I primi convogli mercantili iniziarono a muoversi portando da un possedimento ad un altro prodotti di vario genere. I primi eserciti furono reclutati tra le genti del posto. I primi esploratori inviati nella speranza di ottenere maggiori informazioni su quel nuovo mondo da esplorare.

Il Consiglio dei Lord aveva iniziato a funzionare come Re Gwanben si aspettava e molta fiducia riponeva in esso per la creazione di un solido e duraturo regno.

Parole di fratellanza di amicizia furono pronunciate tra i membri del Consiglio mentre il sole di primavera iniziò a brillare nell'aria via via più tiepida. L'impresa di dodici valorosi uomini e casate era partita senza alcun problema e sotto i migliori auspici.


Vers. stampa


Inverno 1000 - Apre il Consiglio dei Lord

Voci dalle Nuove Terre

1230 Letture

L'odore salmastro del mare riempie l'aria fredda dell'inverno mentre le onde agitate dell'Oceano appena attraversato con tante difficoltà si infraggono sugli scogli delle Nuove Terre.
Re Gwanben ha affidato un importante compito ai suoi amici vassalli : colonizzare le Nuove Terre e consolidare il suo Regno in attesa del suo imminente arrivo dal continente dell'Impero da dove per il momento non può muoversi senza destare sospetti. L'imperatore di Jhanwer potrebbe non rimanere troppo contento di ritrovarsi con un suo ArciDuca elevato autonomamente al titolo di Re.
Nel possedimento di Lord Alfred Destino, sposo di Lady Annabel figlia maggiore di Re Gwanben, si riunisce e si festeggia il primo Consiglio dei Lord; Consiglio fortemente voluto da Re Gwanben in persona e costituito da tutti i suoi vassalli per gettare delle solide basi di un regno forte e longevo.
Il sole brilla alto nel cielo mentre sul costone roccioso a picco sul mare si sono radunati i Baroni di Re Gwanben per il primo Consiglio dei Lord.
Accanto a Lord Destino Barone di Fontes padrone di casa, Lord Thorbrand Wegsfulson Barone di Weg, anche lui sposo della seconda figlia di Re Gwanben, Lady Elenoir. E accanto a loro gli altri Baroni e vassalli di Re Gwanben : Sir Alcalgrin Blackrook Barone di Stone Hill, Sir Arthur Conan Doyle Barone degli Shark, Sir Ulnar Barone di Sommerlund, Sir Khaeel I De Shamadune Barone di Mod, Sir Thondar Barone di Fiumed'Argento, Sir Dimitrios Karkantos Barone di Stormgard, Sir Drogrush dei Sanshima Barone di Dragonia, Sir Maximilian Van Morenis Barone di Mel Amnis, Sir Faraglar Endymion Barone di Dolce Casa e Sir Will di Shelter on Avon Barone di Greenland.
Alcuni gabbiani sfrecciano nel cielo sereno fendendo la brezza marina, con la quale sono giunte le ultime navi provenienti dall'Impero portando con se quanto a disposizione dei Baroni di Re Gwanben per l'imminente impresa, salutando con le loro grida stridule l'importante evento.
Il giorno del Primo Consiglio dei Lord sta per volgere al termine. I Baroni stanno per fare ritorno ai loro nuovi possedimenti. L'alba di un nuovo regno sta per sorgere portando con se tante incognite, tante paure e tante speranze per le genti delle Nuove Terre e per i loro governanti : I Signori della Guerra.


Dungeons&Dragons - D&D On Line   

"Il sito non permette la cancellazione automatica dell'account. Qualora desiderate cancellarvi da dndonline.it vi preghiamo di scrivere a webmaster@dndonline.it indicanzo il nome utente (nickname) e l'indirizzo email da cancellare. Lo Staff di Dndonline"

Dungeons&Dragons è un marchio registrato della Wizard of the Coast - www.wizards.com/dnd/. I contenuti presenti su questo portale sono estrapolazioni personali e generiche dei manuali Dungeons&Dragons 1°Edizione e Dungeons&Dragons Terza Edizione. Le informazioni contenute su questo portale non sono presenti sui manuali originali. Tutti i marchi presenti su questo portale appartengono ai relativi autori. Le traduzioni dei Web Enhanchement e dei prodotti pubblicati su questo portale della wizard of the Coast, sono della 25Th Edizioni - http://www.25edition.it/. Per iscriversi ai Giochi on Line GDRfantasy - Gratuiti - è necessario possedere la versione originale del manuale del rispettivo gioco.
Il Portale GDRfantasy.it ed i Giochi On-Line

L'associazione GDRfantasy offre ad ogni giocatore di gdr molteplici servizi gratuiti e Giochi On line. Il portale è nato a Giugno del 2002 e conta una comunità di migliaia di utenti che opera intorno a forum, alle chat, e ad oltre sessanta mailing list di informazione e gioco.
GDR fantasy infatti offre a livello informatico Play By Email, Play By Chat e Play By Forum, e a livello di Comunità Giochi di Ruolo LIVE, Tornei, Raduni, Convenzioni e Affiliazioni.I Giochi On Line presenti su GDRfantasy sono gratuiti e sono D&D 1°Edizione, D&D 3° Edizione, Cyberpunk2020, Blood Bowl, Magic, Vampiri, Call of Cthulu e Pbem Investigativi e Strategici. Magic The Gatering On Line e Blood Bowl sono giocabili in multiplayer tramite tools software e connessione Internet. Sono veloci, gratuiti e divertenti.
Associandoti a GDRfantasy potrai giocare a Dungeons&Dragons GDR Fantasy Edition, basato sulle regole di Dungeons&Dragons, ma con notevoli migliorie in termini di organizzazione di gioco e di avventure.

Associazione Culturale GDRfantasy, non fartela raccontare.......


Partita IVA /Codice fiscale 01743380444