O  I  S 
Nuovi Utenti 0 0 2
Oggi · Ieri · Settimana


Benvenuto Ospite
Registrati!



La registrazione e' gratuita e garantisce pieno accesso al sito

Registrati
Login:
User:


Password:




Amministratori
Nessun Amministratore online
Coordinatori
Nessun Co-Amministratore connesso
Moderatori
Nessun Co-Amministratore connesso
Utenti:Online
Utenti:Utenti:0
Ospiti:Ospiti:31
Totale:Totale:31
Utenti Online
Nessun utente online




La fine e il principio
Inviato da: mario di Martedì, 08 Aprile 2014 - 03:13
Voci dalla Frontiera Selvaggia Nella tranquillità del riposo, dopo giorni passati a combattere per la propria vita, Trevis sentì la necessità di rivivere nella propria mente quei momenti. Molti l’avrebbero chiamato masochismo, ma lui sapeva che questa tecnica, gli permetteva di metabolizzare i pericoli vissuti, soprattutto quelli più tragici, come la scomparsa di un compagno.
In quel momento si trovava disteso con le braccia dietro alla testa come cuscino.
“Sai, White Pearl, è da quando sei apparso nella mia esistenza quasi due anni fa, che mi chiedo come sia possibile che il colore dei miei occhi sia cambiato in questo viola acceso… Lo so, anche tu hai lo stesso colore, ma tu sei un gufo bianco, mentre io sono un umano! Potevi quantomeno avvisare che nell’accettarti avrei avuto questo… cambiamento!”
Lo stregone si mise a sedere alzando il busto in un movimento fluido “Certo sono bello lo stesso” disse con vanesia cercando di trovare un oggetto con cui specchiarsi “e questo colore degli occhi istiga nelle donne una certa curiosità… ma ti sarei davvero grato se volessi togliere questa curiosità al sottoscritto!”
Il gufo era completamente ignaro di ciò che il suo padrone gli stava dicendo, assorto come non mai da un succoso topolino, che inconsapevole della morte imminente, si aggirava in cerca di qualcosa da sgranocchiare. Pochi attimi e alzatosi in volo planò sulla preda artigliandola e uccidendola all’istante.
Trevis imbronciò il volto, disgustato dal pasto che White Pearl si era appena procurato “Ho capito… ancora non hai voglia di parlarmi di ciò…” e con noncuranza di rigettò a terra nella posizione iniziale.
“Povero Krolmnite… che finaccia!” pensò subito dopo, sentendo come sottofondo i rantoli del roditore. Il compagno d’avventure era scomparso insieme al suo lupo, risucchiato in una voragine dalla quale non c’era speranze di sopravvivenza “e tutto perché abbiamo deciso di seguire Warren! Lui e quel suo stupido senso di bontà! Certo c’è da dire che se non c’imbarcavamo in questa avventura adesso il male sarebbe già bello che fuori dalla sua prigione… t’immagini?
Siamo partiti solo allo scopo di vedere come se la cavavano i monaci e appena entrati ci siamo imbattuti in teste volanti, non morti decapitati (due facce della stessa moneta), enigmi da capogiro, in tutti i sensi, per arrivare alla fine, in fondo ad una grotta, probabilmente al centro del nostro mondo, visto quanto abbiamo camminato, e trovare un essere pieno di tentacoli uscito da chissà quale orrore, insieme a troll giganti e ad un pazzo furioso amante della distruzione, pronto a liberare dalla sua prigione magica quell’essere terrificante di cui non ricordo il nome, Wollen, Wollarren o giù di lì, il quale chissà quante e quali catastrofi avrebbe portato seco.”
Del topolino ormai era rimasto ben poco e il gufo voltò il testone piumoso di 180 gradi per rivolgersi al suo padrone: “Trevis, sei un idiota egocentrico.” Disse senza nessuna emozione.
“E perché sarei un idiota egocentrico, gufo malefico?”
“Che sei egocentrico è approvato, lo puoi chiedere a chiunque della compagnia, per l’idiota è che la tua scala di priorità non è mai corretta. La tua saggezza è deludente anche per un cucciolo della tua specie, e agisci in base ai tuoi istinti, e se te lo dice un gufo, è quantomeno allarmante.”
Trevis rimase senza una risposta: non sapeva argomentare il suo ‘gufo malefico’ detto poco prima…

Rimasero in silenzio per un po’, e quel silenzio assopì la mente dello stregone.
Rivide l’arrivo al tempio, le teste fluttuati e i cadaveri decapitati, la biblioteca, la storia intricata di Darmalia, campionessa di Torm in vita e custode eterna nella morte della prigione magica di Wolaneen, campione di Bane, i passaggi nei sotterranei del monastero, le prove più o meno magiche alle quali avevano dovuto assolvere pena la morte, e il tempio finale dove tutto era terminato e dove Krolmnite aveva perso la vita.
Il sogno proseguì, e la mente prese una piega irrefrenabile: si ritrovò ad amoreggiare con Lady Lysira, l’elfa capitano dei Draghi Purpurei, sua amata fin dal primo momento in cui i suoi occhi viola l’avevano incrociata. Ogni orrore e preoccupazione erano spariti; il sogno si era trasformato in un desiderio adolescenziale…e poi ecco apparire un breve flash: Trevis si ritrovò avanti di molti inverni, i capelli imbiancati ai lati e alcune rughe più profonde sul volto, ancora bello, ma evidentemente più maturo. Un giovane mezz’elfo apparve: aveva i suoi occhi viola ma molti dei lineamenti erano della madre.
Poi nuovamente avanti nel tempo e nello spazio, padre e figlio in mezzo ad una battaglia: Wolaneen non era stato distrutto e aveva adesso ritrovato una forma fisica. Enorme nella stazza, mazzafrusto a due mani, e armatura nera. L’elmo cornuto anch’esso nero copriva interamente il volto, tranne gli occhi dai quali fuoriuscivano due piccole stelle rosse. Non c’era arma che lo fermasse, ne uomo sufficientemente forte da contrastarlo, se non quel giovane mezz’elfo che invocò un incantesimo dimenticato e perso nel tempo, rinchiudendo il campione di Bane nuovamente in una altra prigione: una nuova anfora! Il mezz’elfo stremato a terra, con le mani avvinghiate alla magica prigione, si rivolse al padre: “Padre, avvisala, vai, corri, avvisala. Solo lei, chiunque altro potrebbe perdersi! Vai, avvisala!”

Trevis si risvegliò: il sogno non poteva essere solo un sogno!
“White Pearl! White Pearl! Ho necessità di parlarti! La Magia mi ha appena rivelato, attraverso le trame oniriche, gli eventi futuri… e non sono piacevoli.”
In breve raccontò al suo famiglio quanto vissuto nel sogno “Che dici corro ad avvisarla?”
Il gufo stette immobile per qualche secondo, ma che a Trevis parve un’era: “Non sei solo un egocentrico idiota, sei pure pazzo!” E con questo volò via.

Voce scritta da Massimo/Trevis Owl
Premio 100 px + il 3% dei sui attuali px

La fine e il principio | Log-in/Creare un account | 0 Commenti
I soli responsabili dei commenti sono i rispettivi autori.

Dungeons&Dragons - D&D On Line   

"Il sito non permette la cancellazione automatica dell'account. Qualora desiderate cancellarvi da dndonline.it vi preghiamo di scrivere a webmaster@dndonline.it indicanzo il nome utente (nickname) e l'indirizzo email da cancellare. Lo Staff di Dndonline"

Dungeons&Dragons è un marchio registrato della Wizard of the Coast - www.wizards.com/dnd/. I contenuti presenti su questo portale sono estrapolazioni personali e generiche dei manuali Dungeons&Dragons 1°Edizione e Dungeons&Dragons Terza Edizione. Le informazioni contenute su questo portale non sono presenti sui manuali originali. Tutti i marchi presenti su questo portale appartengono ai relativi autori. Le traduzioni dei Web Enhanchement e dei prodotti pubblicati su questo portale della wizard of the Coast, sono della 25Th Edizioni - http://www.25edition.it/. Per iscriversi ai Giochi on Line GDRfantasy - Gratuiti - è necessario possedere la versione originale del manuale del rispettivo gioco.
Il Portale GDRfantasy.it ed i Giochi On-Line

L'associazione GDRfantasy offre ad ogni giocatore di gdr molteplici servizi gratuiti e Giochi On line. Il portale è nato a Giugno del 2002 e conta una comunità di migliaia di utenti che opera intorno a forum, alle chat, e ad oltre sessanta mailing list di informazione e gioco.
GDR fantasy infatti offre a livello informatico Play By Email, Play By Chat e Play By Forum, e a livello di Comunità Giochi di Ruolo LIVE, Tornei, Raduni, Convenzioni e Affiliazioni.I Giochi On Line presenti su GDRfantasy sono gratuiti e sono D&D 1°Edizione, D&D 3° Edizione, Cyberpunk2020, Blood Bowl, Magic, Vampiri, Call of Cthulu e Pbem Investigativi e Strategici. Magic The Gatering On Line e Blood Bowl sono giocabili in multiplayer tramite tools software e connessione Internet. Sono veloci, gratuiti e divertenti.
Associandoti a GDRfantasy potrai giocare a Dungeons&Dragons GDR Fantasy Edition, basato sulle regole di Dungeons&Dragons, ma con notevoli migliorie in termini di organizzazione di gioco e di avventure.

Associazione Culturale GDRfantasy, non fartela raccontare.......


Partita IVA /Codice fiscale 01743380444